Image Alt

Regolamento di escursione

PROGRAMMAZIONE

Leggi il regolamento di escursione per prepararti ad affrontare al meglio la tua attività all’interno del Parco Nazionale della Maiella. Valuta le tue capacità e rispetta l’ambiente e la natura che ci circonda!

Prendere visione del regolamento di escursione al momento della iscrizione delle caratteristiche dell’escursione e/o attività (difficoltà, lunghezza, dislivello, tempi di percorrenza, etc.) relazionandole alle proprie capacità e condizioni fisiche, al proprio equipaggiamento e decidere di conseguenza.
Possedere una discreta preparazione e condizione fisica atta ad affrontare e superare difficoltà relative lunghezza del percorso a particolari condizioni di altitudine e di clima.
Possedere un abbigliamento ed una attrezzatura adatti alle esigenze dell’escursione e/o attività cui intende iscriversi e partecipare.
Obbligatoriamente, per qualsiasi tipologia di escursione, calzare scarpe per escursionismo (scarponi).
L’equipaggiamento e l’abbigliamento consigliato da correlarsi alla stagione e alle modalità di svolgimento dell’attività è composto da: zaino, borraccia per l’acqua, mantella impermeabile, berretto, guanti, pantaloni lunghi (preferibilmente da escursionismo), maglione supplementare o pile, giacca a vento, alimenti energetici per la salita (cioccolata, miele, barrette ecc.), sacchetto per rifiuti personale, si consiglia consiglia inoltre una maglia intimo di ricambio o una maglia termica di ricambio e un paio di calzettoni di ricambio.
Per un confortevole e dinamico abbigliamento è consigliabile vestirsi a strati in modo da poter togliere o indossare gli indumenti in relazione alle condizioni climatiche che si presentano.

 

SVOLGIMENTO

Nel rispetto del Regolamento di escursione, i trekking e/o attività saranno condotte da guide ambientali escursionistiche iscritte al Registro Nazionale AIGAE (www.aigae.org), professionisti operanti nel settore in base alla L. 4/2013 o da Accompagnatori di Media Montagna iscritti al Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo professionisti operanti nel settore in base alla L.R. 86/98.
Le escursioni e/o attività per le quali è richiesto l’utilizzo di attrezzatura alpinistica quali corda, piccozza e ramponi saranno condotte da guide alpine iscritte al Collegio Regionale Guide Alpine Abruzzo professionisti operanti nel settore in base alla L. 2/89.
Le escursioni in mtb e in e-bike saranno condotte da guide qualificate, professionisti operanti nel settore in base alla L. 4/2013.
Tutte le nostre guide sono coperte da assicurazione RC Professionale, sia personale che aziendale.
Osservare scrupolosamente le disposizioni delle guide, collaborare con esse per la buona riuscita dell’escursione ed essere solidali con le decisioni di volta in volta assunte, soprattutto in caso di necessità.
Mantenere un comportamento disciplinato e corretto, secondo le norme della civile educazione ed i principi di coloro che frequentano la montagna, nei confronti delle guide e degli altri partecipanti.
Evitare gesti inutili e dannosi nei confronti dell’ambiente ove si svolge l’escursione (lasciare rifiuti di qualsiasi genere, raccogliere fiori, spezzare rami o incidere tronchi, fare rumore, disturbare la fauna, accendere fuochi, etc.).
Riconsegnare l’attrezzatura escursionistica e/o alpinistica presa in prestito o noleggiata dall’organizzazione dell’escursione nelle stesse condizioni in cui è stata consegnata; riconsegnare le mtb e le e-bike nella stessa condizione in cui sono state consegnate, i danni causati da un cattivo utilizzo saranno addebitati.
Seguire l’itinerario prestabilito dalle guide ed il loro “passo” senza mai precederle; mai allontanarsi dal gruppo o intraprendere iniziative personali; non coinvolgere o farsi coinvolgere in iniziative personali di singoli escursionisti.
Le guide sono le uniche a decidere su eventuali variazioni di percorso o programma ed hanno la facoltà di annullare l’escursione e/o attività o di tornare indietro se dovessero riscontrare problemi di qualsiasi genere che mettano a rischio l’intero gruppo.
La guida ha la facoltà di esclusione qualora prima della partenza dell’escursione e/o attività il partecipante non abbia con se un abbigliamento ed un’attrezzatura adeguati all’attività proposta.

Regolamento di escursione – Gradi di difficoltà

DIFFICOLTA’ DI MAIELLA ESCURSIONI

Nel seguente elenco del “Regolamento di escursione” troviamo i gradi di difficoltà delle attività proposte da Maiella Escursioni, le quali ci aiutano a comprendere se le attività proposte possano rispecchiare le nostre effettive capacità e competenze, guidandoci così alla scelta dell’attività che più si adatta alle capacità.

🟤Turistico

L’attività turistica è la categoria più semplice tre le nostre attività proposte, non richiede alcun tipo di sforzo fisico. Dal carattere prettamente didattico, si svolge in strutture o luoghi naturalistici ed è adatta a tutte le età. Particolarmente consigliata a bambini, gruppi, coppie e famiglie che vogliono passare una giornata diversa e piacevole, alla scoperta della natura e di ciò che ci circonda. Non si richiedono particolari o specifiche capacità o allenamento. 

🟢Facile

Le attività catalogate come facili si svolgono in ambiente naturale, su sentieri ed itinerari molto brevi e con poco dislivello. Queste escursioni molto didattiche e tematiche, si caratterizzano da un basso sforzo fisico-sportivo e sono adatte ad essere percorse dalla maggioranza delle persone; di diversa età e grado di allenamento. Non presentano difficoltà elevate e non si richiede specifica preparazione o attrezzatura, fatto salvo per l’uso dello scarponcino da trekking.

🟡Intermedio

Le attività catalogate come intermedie sono escursioni che legano l’attività sportiva ad un particolare tema culturale o percorso didattico, si legano alla scoperta storico-culturale del territorio. Si snodano su itinerari più lunghi e dal dislivello più elevato. Spesso rientrano in un range di 4/5 Km di distanza e da un dislivello massimo di 400/500 mt. di dislivello. Rappresentano l’inizio di una camminata impegnativa, ma molto accessibile a tutti. Permane l’obbligo di scarponi da trekking, a cui si aggiunge quello di portare un minimo di 1,5 L d’acqua e cibo sufficiente, sono consigliati zaini per portare attrezzatura e bacchette da trekking, per favorire il corretto svolgimento della camminata.

🔴Difficile

Le attività difficili comportano uno sforzo fisico maggiore delle attività intermedie, spesso si snodano in itinerari d’alta quota, su vette e cime, dove arrivare comporta uno sforzo fisico notevole e quindi non adatte a tutti. Le attività dal carattere prettamente sportivo e paesaggistico ci portano alla scoperta del territorio e della natura della Maiella e richiedono buona forma fisica e un minimo di allenamento di base per far fronte alle considerevoli distanze e dislivello. Spesso comprese tra gli 8 e 12 km di distanza e 700/1000 metri di dislivello positivo sono vere e proprie attività sportive dove si richiedono capacità di orientamento e resistenza fisica adeguata. Obbligatori: scarponi da trekking, acqua, cibo, zaino, bacchette da trekking, giacca a vento e k-way. Consigliati: cambio abiti, scarpe comode, calzini spessi, maglia termica, cappello con visiera o bandane tubolari, occhiali da sole.

⚫Esperti

Le attività contraddistinte dal bollino nero sono riservate ad un pubblico di soli esperti del trekking e dell’escursionismo, ovvero a persone che siano in grado di affrontare lunghissime distanze e dislivelli molto impegnativi, che abbiano avuto esperienze pregresse con il mondo dell’escursionismo, una buona conoscenza dell’ambiente montano, buone capacità di orientamento e resistenza fisica adeguata. Non sono adatte a chi non ha confidenza con l’alta quota e con l’attività sportiva in generale. I luoghi interessati da queste attività sono soggetti a bruschi cambiamenti di climatici e meteorologici e molto distanti dai centri abitati.

Obbligatori: scarponi da trekking che coprano interamente la caviglia, acqua (min.: 3L), cibo (necessario ad affrontare 2 pasti della giornata), zaino da trekking, bacchette da trekking, giacca a vento e k-way, felpa e magliette di ricambio, guanti e cappello, eventuali medicinali necessari all’escursionista per allergie, mal di stomaco ecc.. Consigliati: cambio abiti, scarpe comode, calzini spessi, maglia termica, cappello con visiera o bandane tubolari, occhiali da sole.

 

DIFFICOLTA ESCURSIONISTICHE
Leggi le difficoltà escursionistiche CAI presenti all’interno del regolamento di escursione per poter distinguere l’impegno richiesto dagli itinerari e per definire il limite tra difficoltà escursionistiche e alpinistiche:
T = Turistico – Itinerario su stradine, mulattiere o larghi sentieri. I percorsi generalmente non sono lunghi, non presentano alcun problema di orientamento e non richiedono un allenamento specifico se non quello tipico della passeggiata.
E = Escursionisti – Itinerari su sentieri od evidenti tracce in terreno di vario genere (pascoli, detriti, pietraie…). Sono generalmente segnalati con vernice od ometti (pietre impilate a forma piramidale che permettono di individuare il percorso anche da lontano). Possono svolgersi anche in ambienti innevati ma solo lievemente inclinati. Richiedono l’attrezzatura descritta nella parte dedicata all’escursionismo ed una sufficiente capacità di orientamento, allenamento alla camminata anche per qualche ora.
EE = Escursionisti Esperti – sono itinerari generalmente segnalati ma con qualche difficoltà: il terreno può essere costituito da pendii scivolosi di erba, misti di rocce ed erba, pietraie, lievi pendii innevati o anche singoli passaggi rocciosi di facile arrampicata (uso delle mani in alcuni punti). Pur essendo percorsi che non necessitano di particolare attrezzatura, si possono presentare tratti attrezzati se pur poco impegnativi. Richiedono una discreta conoscenza dall’ambiente alpino, passo sicuro ed assenza di vertigini. La preparazione fisica deve essere adeguata ad una giornata di cammino abbastanza continuo.
EEA = Escursionisti Esperti con Attrezzatura – Vengono indicati i percorsi attrezzati (o vie ferrate), richiedono l’uso dei dispositivi di autoassicurazione.

DIFFICOLTA CICLOTURISTICHE
In questa Scala è proposta la doppia valutazione per la salita e la discesa. Una sigla per la salita ed una per la discesa quindi ad esempio MC/OC che sta a Medi Ciclisti per la salita e Ottimi Ciclisti per la discesa:
TC = Turistico – Percorso su strade sterrate dal fondo compatto e scorrevole, di tipo carrozzabile.
MC = Cicloescursionisti di media capacità tecnica – Percorso su sterrate con fondo poco sconnesso o poco irregolare (tratturi, carrarecce…) o su sentieri con fondo compatto e scorrevole.
BC = Cicloescursionisti di buone capacità tecniche – Percorso su sterrate molto sconnesse o su mulattiere e sentieri dal fondo piuttosto sconnesso ma abbastanza scorrevole oppure compatto ma irregolare, con qualche ostacolo naturale (per es. gradini di roccia o radici).
OC = Cicloescursionisti di ottime capacità tecniche – Come sopra ma su sentieri dal fondo molto sconnesso e/o molto irregolare, con presenza significativa di ostacoli.
EC = Cicloescursionista estremo – Percorso su sentieri molto irregolari, caratterizzati da gradoni e ostacoli in continua successione, che richiedono tecniche di tipo trialistico.

COME COMPORTARSI NEL PARCO: PREPARAZIONE DELL’ESCURSIONE
Preparate in anticipo il vostro itinerario consultando carte dei sentieri e guide turistiche: verificate le distanze, i dislivelli, se ci sono rifugi o bivacchi lungo il percorso, e, soprattutto, informatevi sulle condizioni meteo.

ATTREZZATURA ED ABBIGLIAMENTO
Utilizzate calzature specifiche per la montagna, vestiario, equipaggiamento ed attrezzatura adeguati: uno zaino impermeabile, crema solare, abbigliamento caldo e antivento, cibo e bevande adeguati, un piccolo kit di pronto soccorso, mappe, GPS ed un telefono cellulare. Accertatevi di saper usare l’attrezzatura.

REGOLAMENTO DI ESCURSIONE: LE INFORMAZIONI METEO
Consultate i bollettini meteorologici ricordandovi che in montagna le condizioni meteo possono cambiare anche in pochi minuti. Se le condizioni meteorologiche dovessero peggiorare poco dopo l’inizio dell’escursione ritornate velocemente al punto di partenza del vostro itinerario. Nel caso si avvicini un temporale, tornate subito indietro. Se il temporale vi dovesse sorprendere non riparatevi in gruppo sotto gli alberi isolati. È preferibile trovare riparo sotto una roccia o in un antro lontano da rivoli d’acqua. Se un temporale dovesse comunque cogliervi alla sprovvista, non rimanete sulla vetta o sulla cresta del monte, cercate avvallamenti o valli. Solo un alloggio sicuro vi fornisce protezione durante un temporale in montagna.

LA VOSTRA CAPACITA’
L’indicazione delle difficoltà di un itinerario (T – E – EE – EEA) all’interno del regolamento di escursione è data per facilitare la scelta di un’escursione. Serve in primo luogo per evitare ad escursionisti ed alpinisti di dover affrontare inaspettatamente passaggi superiori alle loro capacità o ai loro desideri. In ogni caso, la valutazione delle difficoltà rimane essenzialmente indicativa e va considerata come tale. Scegliete l’escursione in base alla vostra capacità e stato di allenamento, ma soprattutto, se si hanno bambini, in base a quelle dei bambini. Sopravvalutare le vostre capacità potrebbe essere pericoloso per voi e per i vostri compagni. Evitate di camminare troppo velocemente. Il ritmo deve essere adattato all’escursionista più debole del gruppo. Fate sempre piccole pause.

REGOLAMENTO DI ESCURSIONE: LA VOSTRA ESCURSIONE
Non rischiate di partire da soli. Lasciate informazioni sul vostro itinerario e sull’orario approssimativo di rientro. Rimanete sui sentieri segnati. I sentieri segnati sono generalmente il percorso più agevole; fuori dai sentieri è più facile perdersi, andare incontro a pericoli, scivolare e farsi male; inoltre si danneggiano i prati ed il sottobosco. Seguite attentamente indicazioni e segnaletica dell’itinerario segnato. Nel dubbio non esitate a tornare indietro. Non spostate eventuali pietre, che possono mettere in pericolo altri escursionisti. Nei terreni sassosi, spesso anche gli animali come i camosci possono provocare una frana. I percorsi, malgrado le attività di manutenzione, possono presentare diversi ostacoli o possono essere sconnessi: è necessario muoversi prestando attenzione al cammino e utilizzare calzature e abbigliamento idonei. Il Parco consiglia sempre di effettuare le escursioni affidandosi a guide esperte.

SENTIERI, IPPOVIE E MOUNTAIN BIKE
Alcuni sentieri escursionistici sono anche utilizzati dai bikers e da chi ama visitare il Parco a cavallo. Questa concomitanza è segnalata ad inizio percorso. In ogni caso, fate sempre attenzione. In particolare i bikers devono attenersi alle più elementari norme di sicurezza e di comportamento.

INCIDENTI IN MONTAGNA
Se vi capita di essere testimoni di un incidente chiamate subito il 118 fornendo con calma le necessarie informazioni. Non lasciate da soli eventuali feriti e, se possibile, cercate di portarli fuori dalla zona di pericolo.

RISPETTIAMO GLI ANIMALI
Tutti gli animali hanno un loro ruolo preciso nell’equilibrio della natura; non alteriamo quindi l’ambiente naturale in cui gli animali vivono, non facciamo loro del male, non disturbiamo la loro vita, teniamo sempre al guinzaglio il nostro cane. In Zona “A” del Parco è comunque vietato portare cani, anche se al guinzaglio. Non cercare di dare da mangiare agli animali selvatici e lascia loro sempre una via di fuga.
PIANTE E FIORI
La flora è protetta: non raccoglierla né danneggiarla. In natura inoltre sono presenti specie vegetali e funghi allergizzanti e velenosi. Non mangiare erbe, parti di piante o funghi di cui non si conosce la commestibilità.

MINERALI E FOSSILI
Minerali e fossili vanno lasciati dove sono. Sono lì da milioni di anni!

FUOCHI, RIFIUTI E CAMPEGGIO
Tenete pulite le montagne e rimuovete i rifiuti portandoli con voi. Non accendiamo fuochi nei boschi. Non danneggiamo gli alberi e i fiori. Incidere i tronchi, strappare piante, rami, foglie e fiori non è solo inutile ed insensato, ma dannoso per l’ambiente. Il campeggio è consentito solo nelle aree autorizzate. ULTERIORI INFORMAZIONI. Per ogni altra informazione su come comportarsi nel Parco, che non trovi in questo elenco, contatta i Centri Visita ed Informazioni o direttamente l’Ente Parco (www.parcomaiella.it).